Esterno del locale

Esterno del locale Pratone centrale

 

Oltre al Radio Cafè è arrivato il momento di recensire un altro dei mostri sacri del dopocena romano, ovvero il Circolo degli Artisti (talvolta conosciuto anche solo come Circolo). Catalogarlo è difficile: presenta un’enorme aria esterna divise in altrettanti spazi separati tutti progettati per disporre posti a sedere (panchine, muretti, sedie) e per avere un bancone a disposizione, sotto la forma di chioschetto.

E’ sicuramente uno dei migliori locali di Roma, dal momento che il suo corpo è composto da molteplici anime. Cerchiamo di analizzarle tutte: il fulcro del locale sono due sale abbastanza spaziose dove sono presenti più palchi. In queste sale vengono poi ospitati eventi come concerti, dj set. serate disco e molto altro ancora. Sulle pareti corte, come dicevamo, sono presenti i palchi, mentre su quelle lunghe è presente un maxi schermo sul quale vengono proiettate diverse immagini o filmati solitamente a tema con la serata. Il posto è spazioso ed i soffitti alti, ovviamente non deve essere presa come una discoteca ma più come un ambiente dove poter spaziare dal rock all’indie, al reggae o all’hip hop, quindi non è sicuramente un posto convenzionale dove andare a divertirsi e ballare, ma più un posto particolare per animi eclettici o alternativi.

Al di fuori della sala concerti c’è il bancone principale, molto spazioso, che offre tutti i drink possibile: tra le birre annoveriamo una buona nastro azzurro alla spina, ma anche rosse come Kilkenny o una doppio malto peroni. I cocktail sono discreti, spesso vista la quantità di persone vengono fatti un po’ troppo di fretta, ma ovviamente non è il genere di posto in cui ci si reca per degustare un cocktail fatto come si deve.

La cosa fondamentale di questo locale è che è un “all in one” è presente anche infatti una sala proiezioni, un tempo c’era anche una piscina (che sembra sia chiusa dal 2009) ma soprattutto c’è un fantastico paninaro inside che da mezzanotte in poi con tanto di braciere a legna accanto sforna salsicce, hamburger o wurstel appena cotti per farci panini elaborati (formaggi, insalata, funghi, etc) ad un costo basso (3 euro al momento in cui scrivo). Ottimo per quelli che non ci vanno per ballare, quindi si ubriacano mentre aspettano gli altri e poi sono assaliti dalla fame improvvisa post birra :D

 

Parcheggio e simili: il parcheggio non è facilissimo ma dipende tutto dall’ora in cui si arriva e dal giorno della settimana. Il lato positivo è che non su via casilina vecchia, ma sulle vie intorno, cercando cercando qualcosa la si trova sempre, essendo un’area molto larga con diversi parcheggi (che poi sono più o meno gli stessi che si usano per andare in qualche locale del Pigneto).

Attenzione all’orologio perchè nelle serate evento si paga per forza dalle 11 in poi.


Eventuali marcatori verdi, gialli o rossi sulla mappa indicano il livello del traffico in tempo reale.
Informazioni testuali:

Indirizzo: Via Casilina Vecchia 42 Roma

Città: Roma

Nome locale: Circolo degli Artisti

VN:F [1.9.10_1130]
Servizio
Posizione
Ambiente
Spazio
Esclusività
Qualità Musica
Qualità Drinks
Costo Consumazioni
Costo Entrata
Servizi Extra
Circolo degli Artisti
Media votazione: 7.1/10 (su un totale di 5 voti)
Opinioni sul locale: 0. Noi riteniamo importante che le persone si scambino consigli e impressioni sui locali. Perchè non ci lasci la tua?